Publishing date 30 Dec 2014
Editors Ernesto U. Savona

Stefano Caneppele

Martina Viganò

Serena Favarin
ISBN 978-88-8443-632-0

Dieci anni di criminalità in Europa, Italia e Trentino

Publishing date 30 Dec 2014
Editors Ernesto U. Savona
Stefano Caneppele
Martina Viganò
Serena Favarin
ISBN 978-88-8443-632-0

Questo Rapporto sulla sicurezza nel Trentino esce a distanza di tre anni dall’ultimo aggiornamento sulla situazione della sicurezza provinciale.

Lo fa utilizzando una formula che combina tre piani diversi (il livello europeo, il livello nazionale e il livello locale) in una serie storica decennale. Si tratta di una scelta strategica per capire come i fenomeni criminali si stiano evolvendo e come gli andamenti locali della criminalità risentano e/o ripetano tendenze comuni ad altre realtà, italiane e non.

Spesso negli ultimi anni si è detto che il Trentino non è più un’isola felice e che le condizioni di sicurezza, tipiche di questo territorio, stanno deteriorandosi.
Si tratta di un’affermazione vera solo in parte guardando ai dati. La criminalità violenta, infatti, diminuisce ma i furti in abitazione, il reato più allarmante, aumentano considerevolmente. Dal 2009 al 2013 i furti in abitazione sono quasi triplicati.

Le cause di questo aumento non vanno tanto ricercate negli ambienti della criminalità locale ma sono legate a dinamiche di mobilità criminale di livello nazionale ed europeo che richiedono un’azione concertata da parte delle agenzie di controllo di diversi paesi. In tutto questo, di fronte a fenomeni transnazionali, ci si interroga su quale possa essere il ruolo di enti ed istituzioni locali che hanno tra i propri obiettivi quello di garantire la sicurezza dei propri cittadini.

Le risposte più efficaci di fronte ai nuovi problemi emergenti passano attraverso alcune indicazioni che si stanno consolidando anche a livello internazionale. In primo luogo è necessario un rafforzamento della cooperazione tra pubblico e privato nell’attività di prevenzione.

Outputs

Downloads