Contact us at transcrime@unicatt.it Milano

Milan

Largo Gemelli 1, 20123 Milano
Ph. +39 02 7234 3715/3716
Fax +39 02 7234 3721
transcrime@unicatt.it

Dichiaro di aver preso visione dell’Informativa ai sensi dell’articolo 23 del Codice in materia di...
Latest tweet:

<

12.30.2014


Ernesto U. Savona
Stefano Caneppele
Martina Viganò
Serena Favarin

Rapporto sicurezza_copertina
ISBN code:
978-88-8443-632-0
With the financial support of:
Provincia autonoma di Trento
Citazione corretta:

Caneppele, Stefano, Martina Viganò e Serena Favarin. Dieci anni di criminalità in Europa, Italia e Trentino. Trento: Transcrime – Università degli Studi di Trento, 2015

Dieci anni di criminalità in Europa, Italia e Trentino

Questo Rapporto sulla sicurezza nel Trentino esce a distanza di tre anni dall’ultimo aggiornamento sulla situazione della sicurezza provinciale.

Lo fa utilizzando una formula che combina tre piani diversi (il livello europeo, il livello nazionale e il livello locale) in una serie storica decennale. Si tratta di una scelta strategica per capire come i fenomeni criminali si stiano evolvendo e come gli andamenti locali della criminalità risentano e/o ripetano tendenze comuni ad altre realtà, italiane e non.

Spesso negli ultimi anni si è detto che il Trentino non è più un’isola felice e che le condizioni di sicurezza, tipiche di questo territorio, stanno deteriorandosi.
Si tratta di un’affermazione vera solo in parte guardando ai dati. La criminalità violenta, infatti, diminuisce ma i furti in abitazione, il reato più allarmante, aumentano considerevolmente. Dal 2009 al 2013 i furti in abitazione sono quasi triplicati.

Le cause di questo aumento non vanno tanto ricercate negli ambienti della criminalità locale ma sono legate a dinamiche di mobilità criminale di livello nazionale ed europeo che richiedono un’azione concertata da parte delle agenzie di controllo di diversi paesi. In tutto questo, di fronte a fenomeni transnazionali, ci si interroga su quale possa essere il ruolo di enti ed istituzioni locali che hanno tra i propri obiettivi quello di garantire la sicurezza dei propri cittadini.

Le risposte più efficaci di fronte ai nuovi problemi emergenti passano attraverso alcune indicazioni che si stanno consolidando anche a livello internazionale. In primo luogo è necessario un rafforzamento della cooperazione tra pubblico e privato nell’attività di prevenzione.

3
September
2019
Cambridge

THIRTY-SEVENTH INTERNATIONAL SYMPOSIUM ON ECONOMIC CRIME – Professor Savona speaks on “Transparency an effective tool in fighting crime?” at Jesus College.

25
July
2019
Naples

SUMMER LAW SCHOOL ON TRANSNATIONAL ORGANIZED CRIME (ELSA) – Prof. Savona presents a report on UN Convention on Transnational Organized Crime at Università di Napoli Federico II.

18
July
2019
Vienna

UNODC MACRO/Expert group – Prof. Savona gives a report on “From Mexico to Balkans: framing data collection on organized crime”.

8
July
2019
Bruxelles

EUROPEAN COMMISSION – Prof. Savona participates in the meeting of national anti-corruption experts.

26
June
2019
Tallinn

12th EU EXPERIENCE SHARING PROGRAMME WORKSHOP – Professor Savona presents a paper on “Assessing the risks of infiltration of Organised Crime in the legitimate economy: tools and remedies in the procurement sector”.

26
June
2019
Montréal

ILLICIT NETWORKS WORKSHOP – Professor Francesco Calderoni presents the Agent Based Model of the Proton project on the recruitment of organized crime.

17
June
2019
Palermo

Prof. Savona and Prof. Francesco Calderoni participate in the presenting conference of the preliminary results of PROTON in Palermo.

Agenda
15
June
2019
Shanghai

Marco Dugato discusses about measuring transnational organised crime at international workshop on Global Justice: Some Key Issue Areas and Policy Concerns.

12
June
2019
Stockholm

On the occasion of Stockholm Criminology Symposium, Prof. Savona speaks of reducing opportunities for organized crime: from crime proofing (supply) to recruitment processes (demand).

6
June
2019
Elche

On the occasion of the first International Conference on Crime Risk Analysis, Marco Dugato shows some examples of the application of RTM in Italy.

Agenda